Professione e Mercato

Cassa forense, cambia il Pin per accedere alla propria posizione

Le nuove regole in vigore dal 2 novembre prevedono la non leggibilità del codice, una lunghezza minima e l'uso di caratteri alfanumerici

Nuove policy di sicurezza informatica per gli iscritti a Cassa forense. Dal 2 novembre, infatti, i legali - accedendo alla propria Posizione Personale in Accesso Riservato - devono modificare il proprio codice Pin seguendo le "semplici regole mostrate a video dalla procedura guidata a cui saranno automaticamente reindirizzati".

Con una nota sul sito, l'Istituto di previdenza assicura che "la definizione del codice sarà guidata da un sistema automatico di controllo della sicurezza della password scelta".

L'adeguamento avviene in conformità al Regolamento UE 2016/679 e si inquadra, prosegue la nota dell'Istituto, "nel continuo miglioramento delle misure di sicurezza adottate per limitare i rischi, mantenere la sicurezza e prevenire l'accesso ai dati degli Iscritti".

Le nuove policy prevedono, tra l'altro, che il codice Pin "sia reso non leggibile e che debba rispettare, tra le regole di composizione, una lunghezza minima e l'uso caratteri alfanumerici obbligatori".

Per saperne di piùRiproduzione riservata ©