Civile

Protesi difettose, per l’avvocato generale della Corte Ue paga anche il certificatore

di Patrizia Maciocchi

Gli organismi che controllano il sistema di qualità dei fabbricanti di dispositivi medici possono essere responsabili nei confronti dei pazienti per eventuali difetti. La possibilità di chiamare in causa questi enti certificatori scatta se questi, messi a conoscenza del fatto che un dispositivo medico - nel caso specifico si trattava di protesi mammarie - ha problemi, non adottano tutte le misure necessarie per stabilire se la certificazione può essere mantenuta. È questa la conclusione proposta ...