Penale

Il Csm recuperi la funzione di indirizzo politico

di Sergio Lorusso

Lo chiamano il Parlamentino dei giudici. E questo basterebbe a descrivere e a inquadrare la natura politica del Csm, organo che gestisce le carriere dei magistrati e le nomine dei vertici degli uffici giudiziari. E che proprio su questo terreno è scivolato con il caso Palamara, da cui è emerso un quadro impietoso delle dinamiche di conferimento degli incarichi apicali legate a doppio filo all’azione delle correnti.

L’organo di autogoverno - che poi di autogoverno non è, stante la sua composizione...