Civile

Meno arretrati e giudizi più veloci per centrare gli obiettivi del Pnrr

di Ivan Cimmarusti, Giovanni Parente

La finalità è di quelle ambiziose: «Sostenere l’intero sistema Paese in termini di competitività e richiamo degli investitori esteri». A metterlo nero su bianco sono stati i ministeri dell’Economia e della Giustizia, nella nota di commento all’approvazione definitiva della riforma della giustizia tributaria avvenuta martedì 9 agosto alla Camera. Un riassetto che agisce su un duplice livello: con modifiche dell’ordinamento (Dlgs 545/1992) e del processo (Dlgs 546/1992). E, soprattutto, un riassetto...