Giustizia

Patroni Griffi eletto giudice costituzionale

Attualmente ricopre il ruolo di Presidente del Consiglio di Stato. Giurerà a fine gennaio, subentra al Presidente della Corte, Giancarlo Coraggio

I magistrati del Consiglio di Stato hanno eletto oggi Filippo Patroni Griffi, attuale Presidente del Consiglio di Stato, giudice della Corte costituzionale. Il neo eletto giurerà a fine gennaio e da quella data assumerà le funzioni di giudice costituzionale, subentrando al Presidente della Corte, Giancarlo Coraggio, eletto il 29 novembre 2012 dai magistrati del Consiglio di Stato e in carica alla Corte dal 28 gennaio 2013.

La votazione a scrutinio segreto, si è aperta alle 10 di martedì 14 dicembre, ma non essendo stata raggiunta la maggioranza assoluta dei componenti, si è proseguito oggi con il ballottaggio col presidente di Sezione Luigi Maruotti. Il voto di ballottaggio, sempre a scrutinio segreto, si è concluso con l'elezione del candidato che ha raggiunto la maggioranza relativa dei voti.

Nato a Napoli il 27 agosto 1955, Patroni Griffi ha due figli. Svolge a Napoli studi classici presso il Liceo Umberto e, nel 1977, consegue con lode la laurea in giurisprudenza presso l'Università degli Studi di Napoli. A seguito di pubblici concorsi, diventa magistrato ordinario nel 1979, referendario di Tribunale amministrativo regionale nel 1984 e dal 1985 è Consigliere di Stato. Nel 2009 è nominato presidente di sezione. Presso il Consiglio di Stato ha svolto le funzioni in tutte le sezioni giurisdizionali e consultive.

Già presidente aggiunto, presidente titolare della sezione Quarta e direttore dell'Ufficio studi massimario e formazione della Giustizia amministrativa, è stato nominato presidente del Consiglio di Stato con decreto del presidente della Repubblica 25 settembre 2018.

È stato componente della Commissione incaricata della redazione del codice del processo amministrativo.

È stato più volte relatore in Seminari tra Corti Supreme e Consigli di Stato dell'Unione Europea e in sede OCSE.

Dal maggio 2021 è presidente di ACA-Europe, Association of Councils of State and Supreme Administrative Courts.

Componente del Comitato scientifico di varie riviste giuridiche, è autore di saggi in tema di organizzazione pubblica, prevenzione della corruzione, giustizia amministrativa, fonti del diritto, qualità della regolazione.

È stato Ministro per la pubblica amministrazione nel Governo Monti e sottosegretario alla Presidenza del Consiglio del Governo Letta.

In passato ha ricoperto gli incarichi di coordinatore del Nucleo per la semplificazione delle norme e delle procedure, di Capo del dipartimento degli Affari Giuridici e Legislativi della Presidenza del Consiglio nel Governo Prodi, di segretario generale del Garante per la protezione dei dati personali e di componente della Commissione indipendente per la valutazione e la trasparenza (Civit).

È stato capo di Gabinetto dei Ministri Amato (Riforme Istituzionali) e Brunetta (Funzione Pubblica) e capo dell'Ufficio Legislativo dei Ministri per la funzione pubblica Cassese, Frattini, Motzo, Bassanini.

È presidente del Teatro di Napoli - Teatro Nazionale e vice presidente Svimez, Associazione per lo Sviluppo del Mezzogiorno.

E l'Unione Nazionale Avvocati Enti Pubblici augura al Presidente Filippo Patroni Griffi "buon lavoro nel suo nuovo e prestigioso incarico" ringraziandolo per "l'ottimo lavoro svolto insieme al servizio della Giustizia Amministrativa". "Nel rammentare che insieme rappresentiamo la giurisdizione – prosegue l'Unaep -, siamo certi che il presidente Patroni Griffi continuerà nel solco tracciato, consapevole che il sistema giustizia per essere efficace ed efficiente deve potersi fondare su un sistema bipolare paritario, un sistema che, per agire nella medesima direzione e a tutela dei medesimi interessi pubblici, sia posto sullo stesso piano nell'unica carta che può sigillarne l'unitaria rappresentanza della giurisdizione: la Costituzione".

Per saperne di piùRiproduzione riservata ©