Giustizia

Il Senato dà il via libera ai decreti di attuazione della riforma Cartabia

Parere positivo della Commissione Giustizia di Palazzo Madama ai Dlgs attuativi delle riforme del processo civile e penale. Nella mattina di giovedì invece è atteso il via libera della Camera. Sulla riforma penale il parere è un sì secco (M5s ha votato contro), il parere sul civile contiene alcune osservazioni

La Commissione Giustizia del Senato ha dato il parere positivo ai decreti legislativi di attuazione delle riforme del processo civile e penale. Il parere alla riforma penale è un parere positivo secco, senza cioè osservazioni o condizioni, e su esso M5s ha votato contro. Il parere sulla riforma civile contiene invece alcune osservazioni, ma è stato approvato all'unanimità dei presenti, tra i quali mancavano esponenti della opposizione al governo Draghi. Nella mattina di giovedì invece è atteso il via libera della Camera.

Nel parere sulla delega civile, predisposto dal relatore Simone Pillon (Lega), sono state accolte alcune osservazioni fatte dai consulenti del lavoro a proposito della negoziazione nelle cause di lavoro individuali. La Commissione Giustizia chiede al Governo che il decreto legislativo sia modificato prevedendo che in questo tipo di cause «le parti possono ricorrere alla negoziazione assistita senza che ciò costituisca condizione di procedibilità della domanda giudiziale. Ciascuna parte è assistita da almeno un avvocato e può essere anche assistita da un consulente del lavoro».

Un'altra modifica importante riguarda i futuri tribunali della famiglia. Il testo del governo prevedeva che quelli istituiti presso le Corti di appello circondariali fossero considerate "sezioni distaccate", mentre la Commissione chiede che non siano considerate tali ma, appunto, sezioni circondariali. Per quanto riguarda invece le competenze del giudice di pace, esse dovranno essere sì aumentate, ma entro il limite di 10mila euro del valore delle controversie, e di 25mila per le controversie stradali.

Cartabia, riforma penale a battute finali - Nella giornata di ieri intanto la Ministra Marta Cartabia, in occasione della presentazione di un corso organizzato dalla Scuola superiore della magistratura sul tema della giustizia riparativa presso l'Università Statale di Milano, aveva affermato che la riforma penale è alle «battute finali».

Pd esprime soddisfazione - «Esprimiamo grande soddisfazione per l'approvazione dei pareri sui decreti attuativi delle riforme del processo penale e del processo civile. Un passo decisivo verso la piena attuazione delle riforme Cartabia necessarie per l'ottenimento dei fondi del Pnrr, per le innovazioni previste e per un avanzamento sul piano delle garanzie per imputati e persone offese. Abbiamo dunque mantenuto l'impegno di dare attuazione a riforme molto attese». Lo dichiarano i membri della Commissione Giustizia del Pd Franco Mirabelli, Monica Cirinnà e Anna Rossomando.

Per saperne di piùRiproduzione riservata ©