Professione e Mercato

BonelliErede e Studio Caporale nell'ingresso di Groenlandia in Banijay

Il Gruppo Banijay è il più grande produttore indipendente di contenuti televisivi e multimediali al mondo

Gianfranco Veneziano, Marco Garavelli e Lucio Nicastro
Gianfranco Veneziano, Marco Garavelli e Lucio Nicastro

BonelliErede ha assistito il Gruppo Banijay, il più grande produttore indipendente di contenuti televisivi e multimediali al mondo, nell'operazione che ha portato all'ingresso in Banijay Italia Holding di Groenlandia, casa di produzione italiana di contenuti scripted premium. Guidata dai registi e produttori Matteo Rovere e Sydney Sibilia, Groenlandia è nota per la realizzazione di film di successo per il cinema, la televisione e le piattaforme streaming, tra cui ‘Il Primo Re', la saga di ‘Smetto Quando Voglio', ‘L'Incredibile Storia dell'Isola delle Rose' e vari altri. Matteo Rovere è stato nominato Amministratore Delegato di Groenlandia e della sua controllata Ascent Film, mentre Paolo Bassetti – Presidente e Country Manager di Banijay Italia Holding – è stato nominato Presidente del C.d.A. di entrambe le società.

BonelliErede ha assistito Banijay Italia, che ha agito tramite la General Counsel Irene Zucchetti Garbin e il Chief Strategy and M&A Officer Michele Befacchia, con un team coordinato dal partner Gianfranco Veneziano, guidato dal managing associate Marco Garavelli e composto dagli associate Andrea Serena e Niccolò Ghizzani. I profili fiscali dell'operazione sono stati seguiti da Stefano Brunello, partner, e Paolo Ronca, senior associate. Il partner Luca Perfetti e gli associate Andrea Gemmi e Marina Roma hanno curato gli aspetti relativi alla procedura Golden Power.

I fondatori di Groenlandia sono stati assistiti dallo Studio Caporale & Associati, con un team guidato da Lucio Nicastro e composto anche da Nicola Vardaro. Paolo Rossetti e Francesco Ascenzi hanno agito per i profili fiscali.

Per saperne di piùRiproduzione riservata ©