Civile

Magistrati togati e onorari, per la Suprema corte nessuna piena equiparazione o equiparabilità

di Pietro Alessio Palumbo

La Cassazione con l'ordinanza 13973/2022 mette in luce tutte le differenze

Sebbene il presupposto del compenso sia in ogni caso garantire un'attività serena e imparziale e non condizionata dai rischi economici, per la Suprema Corte (Ordinanza n.13973/2022) è impossibile equiparare il magistrato onorario a quello togato proprio partendo dal presupposto per cui il compenso del giudice togato ha carattere retributivo inserito in un rapporto sinallagmatico; quello percepito dal magistrato onorario ha carattere indennitario e di ristoro.

Le differenze
L'esercizio della funzione...