Immobili

Il condomino non può realizzare il cappotto termico senza assenso assembleare

di Fulvio Pironti

Gli interventi sulle mura comuni esterne, tesi a preservare l'immobile di proprietà esclusiva, vanno ricondotti nel regime applicativo dell'articolo 1120, comma 2, n. 2, Codice civile in quanto diretti al «contenimento del consumo energetico degli edifici»

Contenuto esclusivo Norme & Tributi Plus


Il condomino non può coibentare il proprio alloggio mediante posa in opera di un cappotto termico senza aver ottenuto preventivamente l'assenso dell'assemblea condominiale. E' il principio reso dal Tribunale di Firenze con sentenza n. 1842 pubblicata il 16 giugno 2022.

Il caso
Due comproprietari di un appartamento convenivano in giudizio l'impresa costruttrice-venditrice per chiedere l'accertamento del diritto a isolare termicamente una porzione dell'intonaco murario, conseguire l'ordine per accedere...