Penale

Spazzacorrotti, interdizione perpetua esclusa per chi collabora

di Patrizia Maciocchi

L’applicazione delle pene accessorie per i reati contro la Pa non è più automatica ma rimessa alla scelta del giudice

Dopo la Spazzacorrotti niente interdizione perpetua dai pubblici uffici, per chi collabora, la pena accessoria può andare da uno a cinque anni. La Cassazione (sentenza 18510) chiarisce che, in virtù della legge 3/2019, l’applicazione delle pene accessorie per i reati contro la Pa, tra i quali la corruzione contestata all’imputato, non è più automatica ma rimessa alla scelta del giudice. Un potere che riguarda anche il patteggiamento allargato, in cui l’accordo si riferisce a pene detentive superiori...