Professione e Mercato

Avvocato: diritto al compenso nonostante l'errore sul rito

di Marina Crisafi

Link utili

Tratto da Top24 e Smart24

Per la Cassazione l'importante è che l'errore non si sia tradotto in una violazione dei diritti di difesa

Contenuto esclusivo Norme & Tributi Plus

All'avvocato che, sbagliando, intraprende una causa con il rito ordinario, spetta comunque il compenso se l'errore non compromette il diritto di difesa della cliente. È quanto ha affermato la Cassazione (ordinanza n. 22235/2022).

La vicenda
Nella vicenda, la Corte d'appello di Milano, in parziale modifica della sentenza di primo grado, condannava una donna a pagare oltre 22mila euro a titolo di compensi per l'attività professionale svolta dal proprio avvocato.
La Corte respingeva l'eccezione di...