Civile

Distinzione tra motivazione dell'avviso di accertamento e prova in giudizio dei fatti costitutivi della pretesa impositiva

di Giuseppe Durante*

Link utili

Tratto da Plusplus24 e Smart24

La fase processuale appropriata per verificare la configurabilità dei presupposti d'imposta è quella riconducibile all'istruzione probatoria processuale che nulla centra con l'aspetto formale dell'avviso di accertamento previsto dall'art.7 della L.n°212/2000 (Corte di Cassazione , Ordinanza n° 14814 del 10/05/2022)

Contenuto esclusivo Norme & Tributi Plus

In caso di impugnazione di un avviso di accertamento emesso e notificato dall'AdE per un eventuale difetto di motivazione dello stesso, occorre sempre distinguere tra la questione dell'esistenza della motivazione dell'atto impositivo, requisito formale di validità dell'atto stesso ex art.7 della L.n°212/2000 e quella concernente invece l'indicazione nonchè l'effettiva esistenza di elementi dimostrativi dei fatti costitutivi della pretesa tributaria che, in quanto tale, non è prescritta quale...