Penale

Caccia in zona vietata: per il reato basta la consapevolezza del cacciatore

di Marina Crisafi

La Cassazione ricorda che i divieti di esercizio venatorio e di ingresso con armi in aree protette sono efficaci ove venga dimostrato che il trasgressore aveva la consapevolezza degli stessi

Contenuto esclusivo Norme & Tributi Plus



Caccia in zona vietata? Basta che il cacciatore sia consapevole del divieto ai fini del reato. È quanto ha confermato la terza sezione penale della Cassazione (sentenza n. 33638/2022) confermando la condanna per il reato di esercizio abusivo dell'attività venatoria in riserva naturale a carico di due cacciatori dichiarati comunque non punibili ex art. 131-bis c.p.

Il ricorso
Entrambi ricorrono al Palazzaccio deducendo violazione di legge e vizio di motivazione con riferimento alla ritenuta configurabilità...