Professione e Mercato

Mattarella: "Avvocatura chiamata contribuire alla riduzione dei tempi del processo"

È iniziato questa mattina il XXXV Congresso nazionale forense alla presenza di oltre mille avvocati. Il Presidente della Repubblica: "Ruolo significativo dei Consigli dell'ordine nella tutela dei diritti, legalità e deontologia"

Contenuto esclusivo Norme & Tributi Plus

Si sono aperti questa mattina i lavori del XXXV Congresso Nazionale Forense in programma a Lecce sino a sabato. La presidente del Consiglio Nazionale Forense, Maria Masi, ha letto alla platea il messaggio inviato dal Presidente della Repubblica Sergio Mattarella.

"Il Paese – ha scritto Mattarella - ha in atto un'importante stagione di rinnovamento sia del processo civile sia di quello penale". In questo frangente, "l'Avvocatura è chiamata a fornire il proprio qualificato contributo per assicurare che le nuove norme consentano la necessaria accelerazione dei tempi di definizione dei giudizi".

Il Presidente ha poi sottolineato il ruolo degli organi di rappresentanza dei legali. "Ancora più significativo – ha aggiunto - diviene il ruolo dei Consigli dell'Ordine nella tutela dei diritti e nell'affermazione della legalità per continuare a garantire, accanto ad un elevato livello di preparazione, anche il rigoroso rispetto del Codice Deontologico".

Il Programma di oggi

Questa mattina, a partire dalle 10 presso il Teatro Politeama Greco, i saluti delle autorità: dott. Carlo Salvemini, sindaco di Lecce; Avv. Antonio Tommaso De Mauro, presidente del Consiglio dell'Ordine degli Avvocati di Lecce; Avv. Stefano Pio Foglia, presidente dell'Unione Regionale delle Curie della Puglia; On. Avv. David Ermini, vicepresidente del Consiglio Superiore della Magistratura; dott. Pietro Curzio, primo Presidente della Corte di Cassazione; on. Avv. Francesco Paolo Sisto, sottosegretario di Stato alla Giustizia; dott. Luigi Salvato, procuratore Generale della Corte di Cassazione.

A seguire le relazioni di apertura dell'avv. Maria Masi, presidente del Consiglio Nazionale Forense; avv. Sergio Paparo, coordinatore dell'Organismo Congressuale Forense; avv. Valter Militi, presidente di Cassa Forense.

Nel pomeriggio, al Grand Hotel Tiziano, tre tavole rotonde: ‘L'attuazione delle riforme e gli effetti, anche economici, sull'esercizio della professione' moderata dal giornalista Isidoro Trovato del Corriere della Sera; ‘Giustizia predittiva e salvaguardia del "giusto processo". Il ruolo e le nuove competenze degli avvocati nella tendenziale automazione della decisione giudiziaria' moderata dal condirettore Marino Longoni di ItaliaOggi; ‘Un nuovo ordinamento per un'Avvocatura protagonista della tutela dei diritti nel tempo dei cambiamenti globali' moderata dal direttore de Il Dubbio Davide Varì.

Alle 20.30 lo Spettacolo ‘La notte della taranta' al Palasummer.

Per saperne di piùRiproduzione riservata ©