Penale

Il sostituto dell'avvocato non può patteggiare la pena

di Marina Crisafi

Il sostituto processuale del difensore è mero nuncius e l'accordo per l'applicazione di pena su richiesta delle parti non rientra tra i poteri dallo stesso esercitabili

Contenuto esclusivo Norme & Tributi Plus



Il sostituto del difensore di fiducia non può patteggiare la pena, in quanto i poteri che il cliente conferisce all'avvocato si caratterizzano per l'intuitu personae e non sono ricompresi tra quelli esercitabili dal sostituto processuale che è mero nuncius. Questo quanto emerge dalla sentenza n. 28999/2022 pubblicata dalla sesta sezione penale della Cassazione.

La vicenda
Nella vicenda, il Gip del tribunale di Trento applicava ex art. 444 c.p.p. all'imputato la pena di 30 giorni di reclusione ...