Professione e Mercato

LegisLAB, Russo De Rosa e Gattai Minoli Agostinelli & Partners nell'acquisizione da parte di Metrika del controllo di Robor

Nel passaggio del controllo di Robor a Metrika, Simone Borsato – già amministratore di Robor – ha al contempo reinvestito nel veicolo acquirente, mantenendo così una quota di minoranza qualificata

Da sinistra: Alberto Russo, Luca Gobbi
Da sinistra: Alberto Russo, Luca Gobbi

Metrika SGR, attraverso il fondo Metrika, acquista dalla famiglia Borsato il controllo di Robor S.r.l., società veneta leader nella progettazione, produzione, vendita ed installazione di macchinari e linee integrate automatizzate per la produzione in continuo di pannelli c.d. sandwich.

Metrika SGR è stata assistita da LegisLAB, con un team coordinato dal socio Piergiorgio Mancone, e composto dal senior associate Luca Gobbi (in foto) per gli aspetti di due diligence legale e contrattuali nonché dal socio Enrico Caruso e dall'associate Luca Casinelli per gli aspetti banking.

Lo Studio Russo De Rosa Associati, con un team coordinato dai soci Alberto Russo (in foto) e Alessandro Manias e formato da Alessia Boddi ed Andrea Massaccesi, ha seguito per conto dell'acquirente i profili di due diligence, strutturazione ed assistenza fiscale.KPMG ha svolto per conto dell'acquirente la due diligence finanziaria.

Nel passaggio del controllo di Robor a Metrika, Simone Borsato – già amministratore di Robor – ha al contempo reinvestito nel veicolo acquirente, mantenendo così una quota di minoranza qualificata.

Simone Borsato, rimane al vertice della gestione, mantenendo il ruolo di amministratore delegato, con l'obiettivo di consolidare la crescita ed espansione della società.

Andrea Zarbo dello studio Zarbo Costantino ha assistito la famiglia Borsato sugli aspetti legali relativi alla compravendita e connesso reinvestimento.

Marco Leonardi (partner) e Giorgia Gentilini (associate), coadiuvati da Pasquale Spiezio e Davide Stracquadanio dello studio Gattai Minoli Agostinelli & Partners hanno assistito Crédit Agricole FriulAdria S.p.A. e Intesa Sanpaolo S.p.A. quali arrangers e banche finanziatrici dell'operazione.

EY Advisory con un team multidisciplinare coordinato da Gianni Pancon e composto da Roberto Liguori e Marta Romagnoli, ha svolto il ruolo di M&A advisor dell'operazione occupandosi altresì dei profili business, finanziari e procedurali dell'operazione.

Gli aspetti notarili dell'operazione compravendita e reinvestimento sono stati seguiti dal notaio Angelo Busani partner dello Studio Italian Notaries.

Per saperne di piùRiproduzione riservata ©