Giustizia

Riforma della giustizia, per l'associazione Cammino un unico giudice è il coronamento di una battaglia

di Simona Gatti

Per la presidente l'avvocato Maria Giovanna Ruo "si chiude – un'epoca buia di frazionamenti dei giudizi, di spese processuali inutili"

Contenuto esclusivo Norme & Tributi Plus

La riforma sulla giustizia è legge e per l'area persone, minorenni e famiglia la previsione di un unico giudice e di un unico processo è un ottimo traguardo. Questo il commento dell'associazione CAMMINO (Camera nazionale avvocati per la famiglia e i minorenni) che sottolinea inoltre come il risultato ottenuto, grazie all'approvazione dei tre decreti legislativi di attuazione della riforma della giustizia civile e penale e dell'ufficio per il processo, sia anche la conseguenza di una battaglia per la quale l'associazione negli anni passati si è molto impegnata, coinvolgendo studiosi ed esperti.

Un lungo percorso dunque che verrà ricordato e spiegato nell'imminente Convegno "Persone, minorenni, famiglie. Il cammino dei diritti e delle tutele", dedicato alla figura del giurista scomparso Prof. Cesare Massimo Bianca e organizzato da CAMMINO insieme all'Università degli Studi "La Sapienza" di Roma, grazie anche alla proficua collaborazione con la Prof.ssa Mirzia Bianca, per il 14 e 15 ottobre prossimi - ospitato dal Dipartimento di Scienze Giuridiche, Aula 1, dell'Università "La Sapienza", in Piazzale Aldo Moro 5.

Per la presidente l'avvocato Maria Giovanna Ruo "si chiude – un'epoca buia di frazionamenti dei giudizi, di spese processuali inutili per l'erario e per l'utenza, di mortificazioni del diritto di difesa. Si apre, invece, una nuova era, che richiede il concorso di tutti gli operatori del diritto per dare concreta ed effettiva risposta alla domanda di giustizia e far "funzionare al meglio" la Riforma".
I Dlgs - prosegue la nota di CAMMINO- contengono riforme importanti e di sistema, fondamentali anche per il Pnrr e che, come ha dichiarato la stessa ministra della Giustizia Marta Cartabia, "agiscono in profondità e nel tempo restituiranno al Paese una giustizia più vicina ai bisogni dei cittadini".

Per saperne di piùRiproduzione riservata ©