Civile

Accesso in sede, emissione dopo 60 giorni

di Laura Ambrosi

In breve

Il mancato rispetto dei 60 giorni rende l’atto illegittimo anche se una parte è fondata su indagini bancarie per le quali non c’è obbligo di contraddittorio preventivo

Il mancato rispetto del termine di 60 giorni travolge integralmente la legittimità dell’atto a prescindere che una parte sia fondata sulle indagini bancarie per le quali non sussiste alcun obbligo di contraddittorio preventivo. Se l’indagine parte con l’accesso, l’Ufficio deve rispettare lo Statuto.

Ad affermarlo la Corte di Cassazione con l’ordinanza n. 9635.

La vicenda trae origine da un accertamento fondato sulla documentazione contabile reperita in sede di accesso presso la sede del contribuente...