Penale

Acquisizione di chat, non sempre si tratta di un’intercettazione

Le regole della Cassazione: sono conversazioni, ma devono essere in corso. E il mancato accesso a hardware e software utilizzati non compromette il diritto di difesa

di Giovanni Negri

L’acquisizione di chat estere , in esecuzione di un ordine d’indagine europeo, non è intercettazione se non contestuale all’acquisizione. E poi , la mancata conoscenza da parte della difesa dei dettagli tecnici, hardware e software utilizzati , non ha come conseguenza una lesione del diritto di difesa e non compromette l’utilizzo delle chat da parte dell’accusa. La Cassazione torna a occuparsi , con la sentenza n. 48838 della Sesta sezione penale, depositata ieri, di un aspetto che nelle indagini...