Immobili

Amministratore infedele, la società deve restituire le somme ricevute dal condominio «sbagliato»

di Cristina Langher

ADOBESTOCK
ADOBESTOCK

In breve

Per la Cassazione la confusione tra i conti correnti non può avvantaggiare chi riceve denaro senza giusta causa

La legge impone all’amministratore di condominio di istituire un apposito conto corrente condominiale per la gestione del denaro versato dai condomini, come presupposto essenziale per una conduzione trasparente a cui si è ispirata tutta la riforma del condominio.

Ma c’è di più: anche il creditore del condominio che riceva il pagamento da parte dell’amministratore, anche se già suo cliente per altre realtà condominiali, deve conoscere questo divieto previsto dalla legge e dunque accertarsi che il suo...