Professione e Mercato

Chiamo l'avvocato. Giustizia e Tribunali. Istruzioni per l'uso

In breve

In uscita il 16 settembre nelle librerie d'Italia e negli store online il libro di Mariacristina Merola. Prefazione di Gabriele Albertini

Orientarsi nel mondo della giustizia non è sempre facile. Sono tanti gli interrogativi, quando si pensa di dover ricorrere a un avvocato. Spesso ci si trova catapultati ad occuparsi direttamente dei propri diritti solo quando vengono messi in discussione.

Ma il diritto pervade ogni nostro agire, nel nostro privato e in relazione al contesto sociale in cui ci muoviamo.

L'obbiettivo del libro è offrire al normale cittadino, ovviamente digiuno di competenze in ambito legale, uno strumento semplice per capire finalmente come funziona il nostro sistema giudiziario, i suoi meccanismi, i tempi e i costi. Attraverso il racconto di aneddoti di vita vissuta, il libro spiega come si svolge il nostro processo civile, i termini giuridici fondamentali per comprenderlo e il ruolo dell'avvocato.

Con un linguaggio semplice e chiaro costituisce un valido aiuto per chi voglia comprendere il funzionamento della nostra giustizia civile e affrontare con maggiore consapevolezza le questioni legali, costruendo con il proprio avvocato un rapporto di fiducia.

Perché come dice bene nella prefazione anche il Sindaco Emerito di Milano Gabriele Albertini citando un vecchio proverbio milanese: "L'è mei un rat in boca al gatt che un cristian in man a un avucàt," meglio un topo in bocca al gatto che un cristiano in mano a un avvocato."Credo nel super potere della consapevolezza. Conoscere trasforma la paura in fiducia." Parola dell'autrice.

Per saperne di piùRiproduzione riservata ©