Amministrativo

Concorsi, il giudizio della commissione non è "didattico" ma i criteri vanno dettagliati

di Pietro Alessio Palumbo

In breve

Il caso esaminato dal Consiglio di Stato con la sentenza 5742 riguarda l'accesso in magistratura con un candidato che supera tutte le prove scritte ma è insufficiente in una delle materie

La commissione di concorso può bocciare il candidato che pur avendo brillantemente superato tutte le altre prove scritte si dimostri tuttavia lacunoso in una sola delle materie di selezione. E ciò perché la valutazione del candidato non è complessiva, globale, bensì volta ad accertare la presenza di tutte le capacità e competenze richieste, per singola materia, per specifico settore. Con la recente sentenza n.5743/2020, il Consiglio di Stato investito della questione con riguardo al concorso in magistratura...