Civile

Corte costituzionale: le decisioni depositate oggi

Il 7 novembre la Consulta si occupa di previdenza, banche e istituti di credito

Contenuto esclusivo Norme & Tributi Plus

PREVIDENZA E ASSISTENZA
Sentenza n. 224: illegittimità costituzionale parziale (deciso il 13 settembre 2022)
Norme impugnate: Art. 3, c. 8°, della legge 29/05/1982, n. 297, in combinato disposto con l'art. 24 della legge 26/07/1984, n. 413.
Previdenza e assistenza - Pensioni - Lavoratori marittimi - Assicurato in possesso dei requisiti per la pensione di vecchiaia - Previsioni che non consentono di calcolare tale pensione, escludendo dal computo, a ogni effetto, il prolungamento contributivo di cui all'art. 24 della legge n. 413 del 1984, qualora tale calcolo porti a un risultato più favorevole per l'interessato.

BANCHE E ISTITUTI DI CREDITO
Sentenza n. 225: inammissibilità (deciso il 5 ottobre 2022)
Norme impugnate: Intero testo del decreto-legge 25/06/2017, n. 99, convertito, con modificazioni, nella legge 31/07/2017, n. 121; nonché dei suoi artt. 2, c. 1°, lett. c), e 2°; 3, c. 1°, lett. a), b) e c), 2°, 3° e 4°; 4, c. 1°, lett. b) e d), 3°, 4° e 5°; e 6.
Banche e istituti di credito - Disciplina dell'avvio e dello svolgimento della liquidazione coatta amministrativa di Banca Popolare di Vicenza spa e di Veneto Banca spa - Cessione di azienda, nonché di beni, diritti e rapporti giuridici individuabili in blocco - Esclusione di alcune classi di rapporti dall'ambito della cessione al cessionario [Banca Intesa San Paolo spa] - Interventi dello Stato - Omessa previsione di una possibilità di ristoro anche per gli azionisti - Previsione di un aiuto di Stato di importo pari a 4,785 miliardi complessivi posto a carico dei soggetti in liquidazione.

Per saperne di piùRiproduzione riservata ©