Amministrativo

Dal Consiglio di Stato «sì» condizionato ai ritocchi al Codice dell’amministrazione digitale

di Antonello Cherchi

Il codice dell’amministrazione digitale (Cad) si prepara a ricevere l’ennesima modifica. La seconda in due anni. Si tratta di un altro intervento di peso, dopo quello dettato dalla riforma Madia e tradottosi nel decreto legislativo 179 dell’anno scorso. Il nuovo lifting del codice ha ricevuto ieri il via libera del Consiglio di Stato, che ha espresso un articolato parere. Nel frattempo il medesimo testo è all’esame delle commissioni parlamentari. Una volta che anche le Camere si saranno pronunciate...