Professione e Mercato

Decreto ingiuntivo infondato, paga la toga

di Patrizia Maciocchi

In breve

La Cassazione (sentenza 4662) accoglie il ricorso dell’impresa contro la presidenza del Consiglio dei ministri

Il magistrato è responsabile per i danni subìti dall’impresa se avalla un decreto ingiuntivo provvisorio, in assenza di sufficienti presupposti. Per escludere la “colpa” della toga non basta che il via libera all’esecuzione provvisoria del decreto sia stata subordinata al deposito di una cauzione, che si rivela non valida a causa del comportamento scorretto del creditore. La Cassazione (sentenza 4662) accoglie il ricorso dell’impresa contro la presidenza del Consiglio dei ministri, teso ad ottenere...