Giustizia

Emergenza Covid, in "Gazzetta" la proroga fino al 25 febbraio del divieto di spostamento tra le regioni

In breve

Pubblicato nella raccolta delle leggi l'ultimo Dl (n. 12) del governo Conte

E' stato pubblicato nella "Gazzetta Ufficiale" n. 36 del 12 febbraio il Dl 12 febbraio 2021 n. 12 , recante «Ulteriori disposizioni urgenti in materia di contenimento dell'emergenza epidemiologica da COVID-19». Il provvedimento è in vigore dal 13 febbraio 2021.

Il testo - che rappresenta l'ultimo atto del Governo presieduto da Giuseppe Conte - era stato varato dal Consiglio dei ministri, su proposta del Presidente Giuseppe Conte e del Ministro della salute Roberto Speranza. Il testo proroga, fino al 25 febbraio 2021, sull'intero territorio nazionale, il divieto di spostarsi tra regioni o province autonome diverse, salvi gli spostamenti motivati da comprovate esigenze lavorative o da situazioni di necessità ovvero per motivi di salute. Come già previsto, è comunque consentito il rientro alla propria residenza, domicilio o abitazione.

Altri provvedimenti licenziati dal Cdm
Il Consiglio dei ministri, su proposta del Presidente Giuseppe Conte, ha deliberato: la dichiarazione dello stato di emergenza in conseguenza degli eventi meteorologici che si sono verificati nei giorni 2 e 3 ottobre 2020 nel territorio dei comuni di Cogne, Aymavilles, Gressoney-La-Trinitè, Gressoney Saint-Jean, Gaby, Issime, Fontainemore, Lillianes, Perloz, Pont-Saint-Martin, Bard, Donnas, Hone, Champorcher e Pontboset, nella Regione Valle d'Aosta. Sono stati stanziati, per far fronte alle esigenze più immediate, 2.700.000 euro a valere sul Fondo per le emergenze nazionali; la dichiarazione dello stato di emergenza in conseguenza degli eventi meteorologici che si sono verificati nei giorni dal 20 al 23 novembre 2020 nel territorio dei comuni della fascia ionica, delle province di Cosenza e di Crotone. Per i primi interventi di soccorso e di ripristino dei servizi essenziali, sono stati stanziati 8.000.000 di euro, a valere sul Fondo per le emergenze nazionali.

Leggi regionali
Il Consiglio dei ministri, su proposta del Ministro per gli affari regionali e le autonomie Francesco Boccia, ha esaminato diciotto leggi regionali e ha quindi deliberato di non impugnare:
la legge della Regione siciliana n. 31 del 15/12/2020, recante "Riconoscimento della legittimità dei debiti fuori bilancio ai sensi dell'articolo 73, comma 1, lettera e), del decreto legislativo 23 giugno 2011, n. 118 per il mese di febbraio 2020";
la legge della Regione siciliana n. 30 del 15/12/2020, recante "Riconoscimento della legittimità dei debiti fuori bilancio ai sensi dell'articolo 73, comma 1, lettera e), del decreto legislativo 23 giugno 2011, n. 118 per il mese di gennaio 2020. Interventi finanziari";
la legge della Regione Basilicata n. 41 del 22/12/2020, recante "Disposizioni di integrazione e manutenzione del sistema normativo regionale";
la legge della Regione Basilicata n. 44 del 28/12/2020, recante "Disposizioni urgenti in materia di liquidazione delle soppresse Comunità Montane";
la legge della Regione Basilicata n. 46 del 28/12/2020, recante "Istituzione giornata di studio internazionale della ruralità - il futuro nei solchi del passato - Riforma fondiaria e Banca della terra in Basilicata tra passato, presente e futuro";
la legge della Regione Campania n. 39 del 29/12/2020, recante "Bilancio di previsione finanziario per il triennio 2021-2023 della Regione Campania";
la legge della Regione Lazio n. 21 del 23/12/2020, recante "Disciplina del sistema fieristico regionale"; la legge della Regione Veneto n. 39 del 29/12/2020, recante "Collegato alla legge di stabilità regionale 2021";
la legge della Regione Veneto n. 40 del 29/12/2020, recante "Legge di stabilità regionale 2021";
la legge della Regione Abruzzo n. 42 del 30/12/2020, recante "Riconoscimento della legittimità di debito fuori bilancio ai sensi dell'articolo 73, comma 1, lettera e) del decreto legislativo 23 giugno 2011, n. 118 (Disposizioni in materia di armonizzazione dei sistemi contabili e degli schemi di bilancio delle Regioni, degli enti locali e dei loro organismi, a norma degli articoli 1 e 2 della legge 5 maggio 2009, n. 42) derivante dalle prestazioni rese da Abruzzo Engineering S.p.A.";
la legge della Regione Abruzzo n. 43 del 30/12/2020, recante "Riconoscimento della legittimità dei debiti fuori bilancio maturati nell'ambito del progetto Archeo.s per l'acquisizione di beni e servizi in assenza del preventivo impegno di spesa, ai sensi dell'articolo 73, comma 1, lettera e) del decreto legislativo 23 giugno 2011, n. 118 (Disposizioni in materia di armonizzazione dei sistemi contabili e degli schemi di bilancio delle Regioni, degli enti locali e dei loro organismi, a norma degli articoli 1 e 2 della legge 5 maggio 2009, n. 42)";
la legge della Regione Abruzzo n. 44 del 30/12/2020, recante "Riconoscimento dei debiti fuori bilancio derivanti da acquisizione di beni e servizi in assenza del preventivo impegno di spesa, ai sensi dell'articolo 73, comma 1, lettera e) del decreto legislativo 23 giugno 2011, n. 118 - Pagamento a favore di TIM S.p.A. - Numeri Verdi di Protezione Civile; la legge della Regione Calabria n. 31 del 30/12/2020, recante "Riconoscimento della legittimità dei debiti fuori bilancio di cui all'articolo 73, comma 1, lettera e), del decreto legislativo 23 giugno 2011, n. 118"; la legge della Regione Calabria n. 33 del 30/12/2020, recante "Assestamento del bilancio di previsione della regione Calabria per gli anni 2020- 2022"; la legge della Regione Calabria n. 32 del 30/12/2020, recante "Approvazione rendiconto generale relativo all'esercizio finanziario 2019";
la legge della Regione Liguria n. 31 del 28/12/2020, recante "Riconoscimento della legittimità di debito fuori bilancio ai sensi dell'articolo 73, comma 1, lettera e), del decreto legislativo 23 giugno 2011, n. 118 (Disposizioni in materia di armonizzazione dei sistemi contabili e degli schemi di bilancio delle regioni, degli enti locali e dei loro organismi, a norma degli articoli 1 e 2 della legge 5 maggio 2009, n. 42) - anno 2020";
la legge della Regione Umbria n. 14 del 29/12/2020, recante "Autorizzazione all'esercizio provvisorio del bilancio di previsione della Regione Umbria per l'anno 2021";
la legge della Regione siciliana n. 35 del 29/12/2020, recante "Norme in materia di raccolta, coltivazione, commercio e tutela del consumo dei tartufi nella Regione siciliana".
Infine, il Consiglio dei ministri ha deliberato la rinuncia all'impugnativa della legge della Provincia autonoma di Bolzano n. 17 del 2019, recante "Modifiche alla legge provinciale n. 9/2018, 'Territorio e paesaggio'" in quanto la Provincia autonoma, con propria successiva legge, ha modificato le disposizioni impugnate, adeguandole alla normativa statale di riferimento.

Per saperne di piùRiproduzione riservata ©

Newsletter

Ogni mattina l'aggiornamento puntuale su tutte le novità utili per la tua professione.
Una bussola indispensabile per affrontare serenamente la giornata professionale.