Esami e Concorsi

Esame d'avvocato: il caso di penale, attività sollecitata al pubblico ufficiale e la prestazione offerta dal privato nella corruzione

di Nicola Graziano

Contenuto esclusivo Norme & Tributi Plus

Con una recente decisione la Suprema Corte di Cassazione, Sezione Sesta Penale, (sentenza del 28 dicembre 2021 n. 47216) partendo dal rilievo che poiché la corruzione costituisce un accordo sinallagmatico tra il pubblico ufficiale e il privato avente a oggetto il mercimonio su un atto dell’ufficio, ha ritenuto che è assolutamente necessario verificare se e in che limiti ciò importi la sussistenza di una proporzione tra le prestazioni contrapposte, ossia se tratto caratteristico della corruzione (e anche della istigazione alla corruzione) sia o no l’elemento della retribuzione.

A – IL CASO

Tizio, nelle prossimità delle festività natalizie, faceva recapitare presso la Stazione dei Carabinieri, al Luogotenente Caio ed al Maresciallo Sempronio due cestini natalizi, mentre analogo cesto faceva recapitare al Maresciallo Mevio presso la personale residenza, omaggi che venivano rifiutati dai destinatari.

Tizio, si recava presso il proprio legale, esponendo le proprie preoccupazione in merito alle conseguenze del rifiuto del cesto natalizio contenente cibi e bevande di modico valore (inferiore a 100 Euro), pur rappresentando che non sussistevano ragioni di riconoscenza né di affetto per il regalo ed anzi precisava che i suddetti destinatari del dono natalizio erano impegnati in indagini nei suoi confronti.

Il candidato, assunte le vesti del legale di Tizio, dopo aver inquadrato giuridicamente la fattispecie delittuosa in cui potrebbe incorrere il proprio assistito, rediga motivato parere, soffermandosi in particolare sulla rilevanza penale dell’offerta, per l’esercizio delle funzioni, di cesti di generi alimentari di modico valore non dovuti agli appartenenti alla polizia giudiziaria.

 

1) La sentenza in esame: Corte Suprema di Cassazione, Sezione Sesta Penale, sentenza del 28 dicembre 2021 n. 47216 (si veda per il testo della sentenza e il commento Guida al Diritto n. 8/2022)

 

2) La questione giuridica

“Se c osì come per il reato di corruzione ex articolo 318 c.p., anche per quello di istigazione alla corruzione ex articolo 322, comma I, c.p., l’irrisorietà dell’utilità oggetto della condotta istigatoria rispetto alla rilevanza dell’atto amministrativo compiuto ovvero da compiersi, rileva sul piano probatorio dell’esistenza del nesso sinallagmatico tra la condotta e il risultato che l’agente vorrebbe perseguire, con la conseguenza che l’assoluta sperequazione tra l’utilità e l’ipotizzata attività pubblica posta al servizio del privato possa escludere l’offensività della condotta

 

3) Riferimenti normativi: art. 318, c.p.; art. 319 c.p.; art. 322 c.p.

 

B – LA SOLUZIONE DEL CASO

SCARICA LA SOLUZIONE DEL CASO - Riservato agli abbonati

Per abbonarti a Nt Plus Diritto e Guida al Diritto

ACQUISTA ON LINE I DUE INSTANT « GUIDA AL NUOVO ESAME D'AVVOCATO»
Parte I - Il doppio orale e la deontologia forense - Prezzo 9,90 euro

La guida offre una serie di strumenti agili per orientarsi nelle nuove prove orali messe a punto dal decreto legge n. 31 del 2021 per l'esame di avvocato. Nella prima uscita vengono analizzati i seguenti argomenti:

- Come funzionano le nuove selezioni, la scelta delle materie, il cronoprogramma delle prossime date, la composizione delle sottocommissioni e le modalità di lavoro e i criteri di valutazione
- «Dieci mosse» per un efficace colloquio in videoconferenza
- ll Codice deontologico forense commentato e annotato con gli orientamenti delle sezioni Unite e del Consiglio nazionale forense.


Guida al nuovo esame d'avvocato - Parte II - Prezzo 9,90 euro La guida offre una serie di strumenti per prepararsi alla prima prova messa a punto dal decreto legge n. 31 del 2021 per l'esame di avvocato.Nella seconda uscita vengono analizzati i seguenti argomenti: - le novità contenute nella legge di conversione del decreto legge n. 31 del 2020, che hanno cambiato il volto dell'esame di abilitazione e le regole di costituzione delle commissioni e di convocazione del candidato inserite nel Dm ministeriale 13 aprile 2021;- come pianificare lo studio e le regole di comportamento da tenere al colloquio on line; - le questioni di civile, penale, e amministrativo svolte. La spiegazione degli istituti, le questioni di diritto sostanziale e processuale risolte alla luce di una sentenza recente.