Civile

Il pagamento di debiti tributari da parte del fallito inopponibile al curatore

di Antonio Iorio

Sono inefficaci i pagamenti dei debiti tributari, anche con compensazione, eseguiti dal fallito dopo la dichiarazione di fallimento. A nulla rileva che siano stati eseguiti a seguito di procedure di riscossione coattiva e i crediti siano precedentemente maturati e riguardino ritenute Irpef dei dipendenti operate prima del fallimento. L’amministrazione dei rapporti fiscali, contributivi e di lavoro, creditori e debitori è, infatti, concentrata in capo al curatore senza alcuna esclusione o distinguo...