Comunitario e Internazionale

Il sequestro Ue dei conti bancari rende più facile il recupero trasnazionale dei crediti

di Marina Castellaneta

In breve

L’ordinanza europea permette al giudice di assicurare l’esecuzione futura del credito mediante il trasferimento o il prelievo di somme detenute dal debitore in un conto bancario attivato in uno Stato membro diverso sia da quello di domicilio del creditore, sia da quello del foro di competenza per la domanda di sequestro.

Il recupero transfrontaliero dei crediti in materia civile e commerciale diventa più facile. Sarà approvato nei prossimi giorni il decreto legislativo che adegua la normativa italiana al regolamento Ue n. 655/2014 che ha istituito l’ordinanza europea di sequestro conservativo sui conti bancari. L’obiettivo è aumentare la tutela dei creditori, incrementare gli scambi internazionali e favorire la realizzazione del mercato interno. L’ordinanza europea permette infatti al giudice di assicurare l’esecuzione...