Società

Imprese confiscate alla mafia, lo Stato evita l’arbitrato

di Paola Maria Zerman

In breve

Sull’azione di responsabilità promossa contro gli amministratori decide il giudice ordinario

La clausola compromissoria contenuta nello Statuto di una società, con la quale viene attribuita ad arbitri la soluzione di eventuali controversie tra soci e società, non è vincolante nei confronti dello Stato, che abbia acquistato una quota societaria a seguito di confisca per reati di stampo mafioso. Lo ha deciso la Cassazione (ordinanza 6068 del 4 marzo 2021), statuendo la competenza del giudice civile a decidere la causa di responsabilità promossa dallo Stato per mala gestio degli amministratori...