Lavoro

In assenza di un danno di natura permanente c'è demansionamento e non mobbing

di Giampaolo Piagnerelli

Negato anche il danno biologico temporaneo in quanto non era indicato se, in quale atto del processo e in che termini, la ricorrente avesse dedotto di aver patito un'incapacità momentanea

La mancanza di una postazione di lavoro e la privazione delle risorse necessarie per avviare e realizzare l'attività dell'Urp (Ufficio relazioni con il pubblico) possono determinare un demansionamento per un giornalista professionista, ma non una condotta di mobbing, in assenza di un danno di natura permanente.

La Corte. Secondo la Cassazione (ordinanza n. 13928/2022) che ha condiviso le conclusioni dei giudici di seconde cure non poteva essere accolta la pretesa della dipendente di essere reintegrata...