Famiglia

L'amante non paga i danni al coniuge tradito

di Andrea Alberto Moramarco

Link utili

Tratto da Plusplus24 e Smart24

In breve

Il Tribunale di Padova ha ritenuto non fondata la pretesa della ricorrente, anche in presenza di una relazione

La scelta di un partner amoroso, anche se già sposato, costituisce esercizio del diritto costituzionalmente garantito alla libera espressione della propria personalità. Di conseguenza, il coniuge tradito non può chiedere all’amante il risarcimento dei danni patiti a causa del tradimento, a meno che la condizione di afflizione in lui indotta superi la soglia della tollerabilità e si traduca, per le sue modalità o per la gravità dello sconvolgimento che provoca, nella violazione di un diritto costituzionalmente...