Lavoro

Lavoratori subordinati, ok ad altre attività durante la malattia ma solo se non "ritardano" la ripresa del servizio

di Pietro Alessio Palumbo

La Cassazione (sentenza 13063/2022) ha precisato che il compimento di altre attività da parte del dipendente assente per malattia non è irrilevante sul piano disciplinare

Nel nostro ordinamento non sussiste un generale divieto per il dipendente privato di prestare altra attività, anche a favore di terzi, in costanza di assenza per malattia; per cui ciò non costituisce, di per sé, inadempimento degli obblighi imposti dalla legge. Tale principio trova fondamento nella nozione di malattia rilevante a fini di sospensione della prestazione lavorativa che ricomprende le situazioni nelle quali l'infermità abbia determinato, per gravità o per incidenza sulle mansioni svolte...