Civile

Le ultime decisioni della Cassazione su fallimento e tentativo di conciliazione

Sì all'esercizio in via diretta dell'azione surrogatoria, nel proporre la domanda di riduzione delle disposizioni testamentarie lesive della quota legittima da parte dei creditori dei legittimari totalmente pretermessi che siano rimasti del tutto inerti. Eppoi, va alle sezioni Unite il tentativo obbligatorio di mediazione, a pena di improcedibilità, nel processo monitorio. Sono alcuni principi del deposito di giovedì 20 giugno.