Lavoro

Licenziamento illegittimo se prima il datore non gioca la carta del repechage

di Giampaolo Piagnerelli

Al dipendente licenziato, dopo 10 giorni dalla misura di recesso, era giunta la lettera per essere assunto dalla stessa società in altra posizione diversa da quella svolta in passato

Il licenziamento è illegittimo se il datore, prima di scegliere la misura definitiva con il dipendente, non prova a ricollocare il prestatore. Nel caso concreto, invece, la proposta di ricollocazione era giunta al dipendente a distanza di 10 giorni dal licenziamento. Secondo la Cassazione (ordinanza n. 1386/22), quindi, ha sbagliato il datore a non ricollocare il lavoratore ad altra mansione prima di procedere al licenziamento.

Nella fattispecie il tribunale (sbagliando) ha ritenuto assolto l'onere...