Professione e Mercato

Nasce emlex studio legale, la nuova insegna di Eva Maschietto e Massimo Maggiore


Uniti da una lunga esperienza professionale comune, prima in uno studio internazionale e poi in uno studio boutique da loro fondato, gli avvocati Eva Maschietto e Massimo Maggiore, con i due partner Aurelio Assenza, Alex Fauster e altri 15 professionisti lanciano un nuovo brand, dall'impronta molto personale, che riunisce le iniziali dei loro nomi propri: emlex.
Lo studio nasce dall'esigenza di proporre servizi ancor più vicini alle imprese, soprattutto innovative e tecnologiche e di dare un'impronta ancor più personale alla consulenza.
«Era venuto il momento di cambiare. -Commenta Eva Maschietto – In quest'ultimo anno abbiamo maturato l'idea di fondare una nuova realtà basata sulla coesione del gruppo, la comprensione e la vicinanza alle reali esigenze dei nostri clienti e dei nostri colleghi. È stata questa insopportabile distanza fisica, imposta dalla situazione incredibile in cui ci siamo trovati, a farci capire quanto sia importante la comunanza del sentire, la vicinanza affettiva e intellettuale e vogliamo tornare a una visione della professione meno individualistica, riportata alla funzione sociale che le è propria».
«Il nostro impegno -aggiunge Massimo Maggiore- è sempre stato quello di gestire uno studio che avesse una struttura flessibile anche se solida, modulare e contemporanea, per rispondere a richieste di prestazioni legali interdisciplinari mutevoli e allo stesso tempo costruita su basi giuridiche e tecniche forti, concrete e strutturate, come garantisce anche l'impegno accademico che coltiviamo».
Sono proprio i clienti che hanno ispirato la scelta di dare spazio a temi nuovi che hanno portato con sé nuovi investimenti, anche in termini di infrastrutture informatiche come cybersecurity, benessere delle persone, formazione e aggiornamento professionale.
I professionisti di emlex lavorano con società le cui attività sono focalizzate sull'innovazione, lo sviluppo e l'utilizzo di nuove tecnologie, ma anche l'ambiente, la sicurezza informatica, il cloud computing. Altri clienti poi sviluppano progetti di housing sociale, smart cities e benefit companies da qui l'idea di studio che trova nella sostenibilità un valore centrale e la determinazione nel lanciare il nuovo brand.
«I nostri clienti l'hanno apprezzato- conferma Massimo Maggiore - e hanno supportato la nostra scelta di trasformarci in uno studio smart, nel senso di agile e che vuole sfruttare appieno l'ubiquitous computing, cogliendone gli aspetti innovativi, informali che non penalizzano, ma anzi migliorano, la velocità di reazione dei professionisti nella soluzione dei loro problemi. Per riassumere tutto questo abbiamo scelto lo slogan «siamo nuovi di nuovo», ispirandoci al titolo di un disco che il batterista jazz Makaya McCraven ha realizzato quest'anno, semplicemente aggiungendo una nuova linea ritmica al canto di Gill-Scott Heron nell'album di dieci anni fa, I'm new here».
Un po' quello che i fondatori intendono fare: rinnovarsi facendo tesoro dell'esperienza maturata in oltre 13 anni di lavoro insieme, arricchendola con una concezione di studio legale più in linea coi tempi e contraddistinta dal loro proprio modo d'essere.

Per saperne di piùRiproduzione riservata ©

Newsletter

Ogni mattina l'aggiornamento puntuale su tutte le novità utili per la tua professione.
Una bussola indispensabile per affrontare serenamente la giornata professionale.