Penale

Niente attenuanti generiche al reo che sottrae soldi dalla cassetta delle offerte durante la messa

di Giampaolo Piagnerelli

I giudici hanno condannato il soggetto in quanto - pur vivendo in una situazione di stenti - tuttavia, aveva alle spalle una serie di reati che gli avevano consentito di procurarsi i mezzi necessari alla sopravvivenza

Contenuto esclusivo Norme & Tributi Plus

Niente attenuanti generiche al soggetto che si impossessa delle offerte dei fedeli in chiesa per un importo prossimo a 150 euro. Furto, peraltro, tanto più grave in quanto perpetrato nel bel mezzo della celebrazione religiosa. Lo chiarisce la Cassazione con la sentenza n. 2654/23.
Nei giudizi di merito il gesto era costato caro all'imputato con una condanna alla pena di sei mesi di reclusione e 200 euro di multa. E sebbene il reo si trovasse in uno stato di indigenza, i giudici di merito hanno considerato...