Civile

No all’Antitrust, l’importatore non risponde del difetto

di M.Cap.

La responsabilità della filiale italiana di una casa automobilistica per un grave difetto di sicurezza non può essere invocata nemmeno quando l’importatore sia stato già condannato per altri fatti che pure coinvolgevano il costruttore. Così, con l’ordinanza 23981 depositata il 26 settembre, la Terza sezione civile della Cassazione conferma la netta separazione tra il costruttore e il soggetto che lo rappresenta in Italia, già stabilita di recente dalla stessa sezione (anche se composta da altri giudici...