Giustizia

Nt plus Diritto compie un anno, dopo i primi successi è pronto per le nuove sfide

di Jean Marie Del Bo

In breve

Un puntuale aggiornamento quotidiano in grado di intercettare tutte le sfumature della riforma della giustizia grazie anche al sostegno di tutti gli altri prodotti del gruppo Sole 24Ore

Nt plus Diritto ha compiuto un anno. Come si conviene vale la pena, dunque, di festeggiare la crescita e lo sviluppo di un prodotto che si sta consolidando nell'ambito dell'informazione giuridica dedicata a tutti coloro (avvocati, magistrati, notai e giuristi d'impresa) che vanno alla ricerca di approfondimenti di carattere professionale. Con risultati che confermano la scommessa di rinnovo del quotidiano digitale verticale dedicato al diritto che è stata fatta l'anno scorso e che ha vissuto la sua prima stagione vincente.

Un primo bilancio
Tante le esperienze di quest'anno. Dall'aggiornamento puntuale sulle notizie al monitoraggio attento delle sentenze di Cassazione e di quelle di merito per arrivare alla verifica dei contenuti dei provvedimenti che hanno riguardato la giustizia. E, ancora, l'attenzione alla professione. Culminato, forse, nel lavoro sull'esame per diventare avvocato (con una sezione dedicata creata ad hoc, un webinar, due instant e l'informazione costante con i casi pratici pubblicati di settimana in settimana).
Quanto detto in precedenza e quest'ultimo esempio dimostrano come Nt plus Diritto sia uno strumento flessibile in grado di seguire al meglio tutte le novità in materia di giustizia integrandosi con la "potenza di fuoco" del Gruppo 24 Ore dal quotidiano a Guida al diritto, dagli instant alle banche dati. In modo da rispondere alle esigenze dei lettori.

Le sfide future
A questo punto per Nt Plus Diritto si apre una stagione che sarà carica di sfide. Come hanno dimostrato già gli ultimi mesi il mondo della giustizia sta vivendo una fase evolutiva unica che porterà a un passaggio davvero storico. Cambieranno, per esempio, il processo penale e il processo civile.
Da un lato, sul fronte penale si punterà all'accelerazione, la deflazione, la digitalizzazione del processo penale, assieme al potenziamento delle garanzie difensive e della tutela della vittima del reato. E si inciderà sulle indagini preliminari e sulle regole applicative della tenuità del fatto.
Dall'altro lato, se si guarda alla delega civile, andremo incontro, fra l'altro, al rafforzamento della mediazione, alla scelta di incidere sul processo civile attraverso nuove regole su processo di cognizione, appello e ricorso in Cassazione e riordino della disciplina delle controversie in materia di attuazione di sentenze e provvedimenti, oltre che attraverso una razionalizzazione del procedimento di esecuzione forzata.
Se si pensa poi al fronte della revisione delle regole sulla crisi d'impresa, alla stessa delega fiscale oppure, ancora, alle regole sulla concorrenza ecco che il quadro delle novità diventa sempre più ricco.
Sullo sfondo si porrà il lungo cammino delle riforme legate al Pnrr e ai fondi europei che, in molte occasioni, lambiranno il mondo professionale che fa riferimento a Nt Plus Diritto e finisce per essere interessato, come inevitabile, a tutte le novità normative.
Bastano questi pochi riferimenti per capire quanto il contributo di Nt Plus Diritto è stato essenziale per tutti gli operatori fino a ora. E quanto lo diventerà nei prossimi mesi con il programma di riforme che ci attende. Con la garanzia, però, che se il lavoro di informazione potrà essere intenso e ricco, troverà risposta nelle competenze forti che, dalle redazioni ai collaboratori, da sempre sono la cifra caratteristica della filiera di prodotti di informazione giuridica del Gruppo 24 Ore.

Per saperne di piùRiproduzione riservata ©