Lavoro

Patto di non concorrenza compenso dovuto sempre

di Giuseppe Bulgarini d’Elci

Link utili

Tratto da Plusplus24 e Smart24

In breve

Lo ha precisato la Cassazione con l'ordinanza 23723/2021

La clausola del patto di non concorrenza in cui è previsto che il datore di lavoro si riservi di decidere al momento della risoluzione del rapporto se avvalersi delle limitazioni che derivano dal medesimo patto è sempre nulla e comporta, in ogni caso, il diritto al relativo compenso a favore del lavoratore.

Non è dirimente, in senso contrario, che il datore di lavoro, a fronte di un rapporto durato circa 11 anni, abbia comunicato alla lavoratrice la propria decisione di non avvalersi del patto di ...