Responsabilità

Prova inadempimento obbligazione, il creditore deve solo allegare l’inadeguatezza altrui

di Mario Piselli

In tema di prova dell'inadempimento di una obbligazione, il creditore che agisca per la risoluzione contrattuale, per il risarcimento del danno, ovvero per l'adempimento deve soltanto provare la fonte (negoziale o legale) del suo diritto e il relativo termine di scadenza, limitandosi alla mera allegazione della circostanza dell'inadempimento della controparte. Mentre il debitore convenuto - prosegue il ragionamento della Cassazione con la sentenza 2 settembre 2020 n. 18200 - è gravato dell'onere ...