Professione e Mercato

Registro dei praticanti avvocati, niente iscrizione per chi ha una condotta indecorosa per la professione

di Pietro Alessio Palumbo

Nel nuovo ordinamento professionale forense, la formula della “specchiatissima e illibata” (Rdl n. 1578/1933) è stata sostituita dalla “condotta irreprensibile” (legge 31/12/2012, n. 247), che tuttavia non modifica il contenuto sostanziale del requisito, dovendosi la irreprensibilità della condotta dell’Avvocato valutare alla stregua dei valori di dignità, decoro, prestigio. Su queste basi il Consiglio Nazionale Forense (sentenza n. 205/2023) ha chiarito che condotte e comportamenti del praticante...