Lavoro

Reintegrazione facoltativa illegittima se il fatto non esiste

di Angelo Zambelli

In breve

Principio di ugaglianza leso a fronte di situazioni ritenute comparabili

La non obbligatoria reintegrazione del lavoratore oggetto di licenziamento oggettivo quando il fatto è manifestamente insussistente lede il principio di uguaglianza. E il “criterio di valutazione” individuato dalla Cassazione è irragionevole. Ieri la Corte costituzionale ha depositato la sentenza 59/2021 con cui ha dichiarato incostituzionale l’articolo 18, comma 7, secondo periodo della legge 300/1970 (si veda il Sole 24 Ore del 25 febbraio).

Nel regime sanzionatorio previsto dall’articolo 18 dello...