Civile

Sfratto all’inquilino per i comportamenti molesti con i vicini

di Edoardo Valentino

Link utili

Tratto da Plusplus24 e Smart24

In breve

Il conduttore aveva violato il patto di non disturbare gli altri condomini

Tra le obbligazioni del conduttore, in un contratto di locazione, vi è all'articolo 1587 del Codice Civile quella di servirsi dell'immobile con la «diligenza del buon padre di famiglia». Per la Cassazione (sentenza 22860/2020) la violazione di questa norma e della relativa pattuizione contrattuale, espressa in continui rumori molesti ai danni del vicinato e del condominio, può provocare la risoluzione del contratto d’affitto e lo sfratto dell’inquilino molesto.

Cosa si intende per questo tipo di diligenza...