Società

Sì al recesso obbligatorio quando il socio smette di lavorare per la Srl

di Angelo Busani

Adobestock
Adobestock

In breve

Secondo la Corte d’Appello di Torino la clausola dello statuto è legittima

È da qualificare come clausola di recesso “imposto” o “obbligatorio” la previsione di uno statuto di Srl che obblighi il socio della società, nel caso in cui cessi il suo rapporto di lavoro con la società stessa (o con società da essa partecipate), a cedere agli altri consoci le proprie quote di partecipazione al capitale sociale (la cui titolarità sia stata ottenuta dal socio recedente in conseguenza di un piano di incentivazione del personale), per un prezzo pari al valore della corrispondente ...