SpecialiLavoro

Smart working e tutele garantiti fino a marzo

di Alessandro Rota Porta

La pandemia ha portato con sé una regolamentazione parallela di alcuni istituti normativi, volta a salvaguardare la platea più fragile dei lavoratori e – come avvenuto per lo smart working – a snellire le normali procedure, per adattare l’impianto operativo alle esigenze dettate dalla situazione in atto.

Nel primo caso, il legislatore, seppure con un percorso assai tortuoso, ha dedicato un particolare regime di tutele nei confronti dei lavoratori cosiddetti fragili, ossia quelli in possesso di certificazione...