Lavoro

Sottrarre dati dal pc aziendale non è solo illecito civile ma anche reato

di Marina Olgiati, Francesco Torniamenti*

In breve

Così ha stabilito la Cassazione nella pronuncia 33809/2021

I dati contenuti nel pc aziendale in dotazione al dipendente e utilizzati per lo svolgimento dell’attività lavorativa sono patrimonio aziendale. Pertanto, il dipendente che cancelli o manipoli o trasferisca all’esterno tali dati attua una condotta disciplinarmente rilevante, commette illecito civile e penale e può essere tenuto al risarcimento dei danni. Per dimostrare la condotta illecita del dipendente, il datore di lavoro può legittimamente acquisire e produrre in giudizio i messaggi privati inviati...