Società

Fallimento: insinuazione al passivo e motivazione del rigetto

di Rossana Mininno

In breve

Il decreto di rigetto della domanda di insinuazione al passivo che operi un rinvio per relationem alle motivazioni esposte dal curatore fallimentare nel progetto può ritenersi adeguatamente motivato


Ogni credito vantato nei confronti del soggetto fallito deve essere accertato secondo le norme dettate dagli articoli da 92 a 103 del regio decreto 16 marzo 1942, n. 267, recante la "Disciplina del fallimento, del concordato preventivo, dell'amministrazione controllata e della liquidazione coatta amministrativa".

Le operazioni di formazione e di verificazione dello stato passivo sono compiute nell'ambito di un procedimento...