Professione e Mercato

Orrick e Chiomenti nel finanziamento per l'acquisizione di Zato da parte di LBO France

Marina Balzano, Riccardo Rossi
Marina Balzano, Riccardo Rossi

Gioconda, filiale italiana di LBO France, ha perfezionato l'acquisizione tramite il fondo Small Caps Opportunities II di una quota di maggioranza in Zato, azienda italiana fondata a Brescia e protagonista da oltre vent'anni nel settore della transizione energetica. I fondatori di Zato, Valerio Zanaglio e Alessandra Bresciani, che hanno reinvestito nell'operazione, continueranno a guidare l'azienda. Banca Ifis partecipa come co-investitore e conferma il suo ruolo di supporto alle imprese altamente innovative impegnate nella green economy.

Il finanziamento a servizio dell'acquisizione è stato organizzato e reso disponibile da un pool composto da Banca Sella, Banco BPM (che ha agito anche in qualità di banca agente) e MPS Capital Services Banca per le Imprese.

Orrick, con un team composto dalla partner Marina Balzano (in foto a sinistra), dal senior associate Giulio Asquini e dall'associate Maria Costa, ha assistito il pool nella predisposizione della documentazione finanziaria e negli altri aspetti legali relativi all'operazione e, relativamente agli aspetti tax, dall'of counsel Giovanni Leoni e dal senior associate Domenico Gioia.

Chiomenti, con un team composto dal partner Riccardo Rossi (in foto a destra) e dall'associate Angelo De Michele, ha assistito il veicolo di investimento controllato da LBO France nella negoziazione della documentazione finanziaria e negli altri aspetti legali connessi al finanziamento.

KPMG ha agito quale debt advisor con un team composto da Massimo Ferrini Bronzini, responsabile Debt Advisory - Corporate Finance, Gianandrea Franco Marenzi, manager, nonché Edoardo Truffo, associate

Per saperne di piùRiproduzione riservata ©