Società

Aumento del capitale sociale delegato al C.d.A. e compatibilità con la clausola del voto "determinante"

di Giovanni Politelli*

Link utili

Tratto da Plusplus24 e Smart24

In breve

L'ampia autonomia statutaria riconosciuta dall'art. 2388, comma 2, c.c. consente di introdurre nello statuto la clausola che stabilisce che le deliberazioni del c.d.a. siano prese anche diversamente dalla regola della maggioranza assoluta dei presenti e, dunque, anche con il riconoscimento del voto determinante in favore di uno o più membri del c.d.a.

Con il presente contributo viene esaminata l'operazione di aumento del capitale sociale delegato all'organo amministrativo in presenza della clausola statutaria che attribuisce il voto "determinante" a uno o più membri del consiglio di amministrazione.

È noto che l'aumento del capitale sociale delegato è quell'operazione prevista dall' art. 2443 c.c. con la quale l'assemblea dei soci non delibera direttamente l'aumento del capitale sociale, ma attribuisce all'organo amministrativo la delega per ...